Visualizzazioni totali

martedì 10 dicembre 2013

Vicini curiosi

Ieri mentre mi recavo nell'Affittacamere di Via Roma "Su Scieri"


nel silenzio del luogo, mi è capitato di incontrare dei curiosi personaggi che andavano a spasso per la strada: due maschietti piuttosto in forma e affamati che si aggiravano indisturbati in cerca di qualcosa. Mi osservavano per studiare i movimenti ma soprattutto le mie intenzioni..........".che farà questa specie umana femmina nei nostri confronti? Avrà buone o cattive intenzioni?" Vi chiederete..........ma chi sono???????? E si sono dei vicini piuttosto speciali, variopinti pennuti in cerca di mangiare le ghiande cadute dal leccio e schiacciate dalle macchine durante il passaggio............riempirsi il panciotto e svolacchiare allegramente.


Che si può voler di più?????? Simpaticissimi ma molto spesso timorosi nei confronti degli umani........come non capirli........forse leggono le intenzioni di qualche umano che invece di apprezzarli li vede cotti arrosto al forno con le patatine e aromatizzati con timo e rosmarino.............piccini!!!!!!! Subito ho tirato fuori il telefonino e via al servizio fotografico..........mahhhh!  le campane scoccano le 17:00 e i simpatici pennuti come per incanto lasciano immediatamente la strada per tornare a casa,


proprio li a fianco.......io sempre dietro per riprenderli in ogni movimento e........un saltino sul muretto,

un'occhiata verso l'alto e via verso su in volo per sistemarsi tra i rami degli alberi.........


ed ecco altri pennuti che per magia appaiono nel cortile della casa, prendono posizione e su anche loro sulle chiome ormai quasi spoglie degli alberi. Ci osserviamo credo entrambi con curiosità, ma tra noi 6, 3 galli 2 galline e forse un'umana,



scocca un'amore a prima vista e.......li riprendo in ogni posizione, si fanno vicini vicini, con la testolina sotto l'ala dell'altro e via a nanna...........Che amore.......tempo fa ce ne era solamente 1 sopravvissuto alla razzia di un predatore che aveva sterminato tutto il pollaio, il sopravvissuto maschietto vagava sempre solitario e si avventurava sulla strada e la ringhiera per raggiungere la pianta di leccio e addormentarsi sulle chiome.........e cantava cantava dalle prime ore dell'alba svegliando gli ospiti dormiglioni dell'affittacamere e suscitando in loro una voglia omicidaaaaaaaaaaa..........ma che volete, preferite il rumore di un mezzo della spazzatura che raccoglie i rifiuti come nelle grandi città o il canticchiare di un meraviglioso galletto? A voi la scelta, ma se volete vivere un'esperienza di un soggiorno rurale venite a    Le case del folletto qui a Sadali



e certamente vivrete il contatto con quel mondo naturale che difficilmente troverete in una città.
Vi aspetto, ciao a presto Daniela