Visualizzazioni totali

sabato 14 maggio 2016

Strane presenze: nona parte


E' passato ormai qualche mese dal mio ultimo post sulle strane presenze. In effetti nel periodo invernale ho lavorato poco o quasi niente e solamente da Pasqua in poi ho riiniziato l'attività con una certa regolarità. Quindi potete capire che se non ci sono ospiti nella casa anche i racconti scarseggiano! Ma non sono certamente finiti! Eccomi quindi a riassumervi due suggestive testimonianze dei miei cari ospiti.
Nella prima, circa quindici giorni fa, una simpatica ragazza racconta che essendo ritornati verso le 23,30 della notte, la casa era avvolta nel silenzio. Erano a letto in procinto di addormentarsi, anzi il marito già sonnecchiava, e lei sente una voce femminile provenire dall'esterno. La donna sembrava cantasse o recitasse una cantilena. La voce era dolce ed avvolgente, lei è rimasta incantata ad ascoltarla. Sentendo il racconto mi è venuto da sorridere; questa non l'avevo mai sentita! La ragazza ha escluso ogni rumore proveniente dall'interno della casa che ospitava anche un'altra coppia. Il vicinato è talmente scarso che escludo che le due uniche e distanti vicine a quell'ora cantassero. Che dire?? Mah! non mi esprimo.
La seconda testimonianza è invece di qualche giorno fa. Verso le tre del mattino la coppia viene svegliata da uno strano rumore provenire dall'esterno della camera e cioè dal giardino. Dico strano perché i ragazzi non riescono ad identificarlo: direbbero non umano e tantomeno animale! Prima lo sente lei e subito dopo lui che rimane in attenzione per cercare di capire a cosa appartenesse. Erano ragazzi non di città e quindi abituati a sentire e conoscere anche la vita di campagna. Non sono riusciti ad identificarlo e l'unica cosa che potesse rassomigliarli era un vagito di neonato! il tutto seguito da un tremore sul muro. Fantastico dico io, questo mi mancava.
Per il momento è tutto! Ci risentiamo alla prossima esperienza!!!!