Visualizzazioni totali

martedì 27 agosto 2013

Strane presenze - prima parte

Anche agosto è ormai alle porte, la stagione turistica estiva si avvia alla conclusione: è iniziata in ritardo, fra alti e bassi e si avvia lentamente verso gli inizi d'autunno. Molti ospiti sono venuti a trovarmi, sono stati a dormire nelle case del folletto, tanti altri sono passati a salutarmi ricordando l'ospitalità passata, nuovi ho conosciuto..............curiosi di passaggio che volevano vedere le camere o la saletta per la colazione...........curiosi di un paese così piccolo ma allo stesso tempo affascinante!!!!


Ciò che rimane impressa nella memoria dei viaggiatori è la presenza dell'acqua: questo contraddistingue il paese di Sadali, non a caso detto "il paese dell'acqua" e i suoi abitanti in passato chiamati "sadilesusu abbaus" (spero di averlo scritto bene!!!!). Grandi e piccini seguono con sguardo affascinato il lungo percorso dei ruscelli, guardano con occhi sorpresi le trote - la macrostigma sarda- che vive ai piedi della cascata a cui generosamente in tanti offrono da mangiare.





Nei giorni afosi i viaggiatori si sono rinfrescati tra l'ombra delle chiome


e dissetati nelle fresche sorgenti presenti in ogni angolino del centro storico.


Marco Marcheselli è stato uno di loro e preso dall'entusiasmo del luogo, correndo da una parte all'altra ha documentato il suo viaggio con delle splendide foto che voglio mostrarvi. Molti diranno che sono sempre gli stessi scatti che accomunano i visitatori, io non credo. Ognuno di loro coglie non solo con gli occhi ma col cuore ciò che più gli piace. E per Marco M. tornare a casa e rivedere i propri scatti e accorgersi ................no! non è possibile! che vedo fra le acque della sorgente di Donna Jole? Un viso? Si, guardate attentamente e se a qualcuno serve ...........ingrandite!!!!|


Appena ho visto questa foto, la mia mente mi ha riportato al film Il signore degli anelli, popolato di magiche creature fatte di alberi, rocce e acque. Si vedono chiaramente gli occhi, un naso fluido e se ingrandite ben bene anche la bocca con denti deformi. Chi sarà mai? Dicono che tutto è vita, avrei voluto toccarlo, berne l'acqua..........forse è ancora li che mi aspetta...........
Stavamo tutti insieme a colazione e ognuno di loro pur non conoscendosi, ha immediatamente fatto amicizia e coinvolti in narrazioni sul luogo, come per magia hanno raccontato la propria esperienza e sensazione provata dormendo presso Le case del folletto o passeggiando per le viuzze del centro storico, trasportati da quel fluido magico che solo l'acqua può essere. Marco è stato il primo ad inviarmi le sue foto, ma seguitemi perchè a breve anche gli altri ospiti lo faranno e allora vedrete qualcosa.................a cui non avreste mai pensato..........ciao a presto.